L'Arabia Saudita supera la Russia per diventare l'India

l'arabia-saudita-supera-la-russia-per-diventare-l'india

L’Arabia Saudita è emersa come il secondo fornitore di petrolio all’India dopo un gap di tre mesi, superando di poco la Russia, mentre l’Iraq ha mantenuto la prima posizione ad agosto

Temi

Importazioni di petrolio dall’India | Arabia Saudita | Russia Produzione di petrolio

Reuters | Nuova Delhi Ultimo aggiornamento a settembre 05, 2022 13: 38 IST

L’Arabia Saudita è emersa come la seconda il più grande fornitore di petrolio all’India dopo un gap di tre mesi, superando la Russia di un sottile margine, mentre l’Iraq ha mantenuto il primo posto ad agosto, secondo i dati provenienti da fonti industriali e commerciali.

India, terzo importatore e consumatore mondiale di petrolio, spedito in 863,950 barili al giorno (bpd) di greggio dall’Arabia Saudita, in aumento del 4,8% rispetto al mese precedente, mentre gli acquisti dalla Russia sono scesi del 2,4% a 863,950 bpd, risultavano i dati.

Nonostante il guadagno saudita, la quota di petrolio dell’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio in India è scesa a 59.8%, il più basso almeno 05 anni in cui l’India ha tagliato le importazioni africane.

L’India è diventata il secondo acquirente di petrolio della Russia dopo che la Cina mentre altri hanno tagliato gli acquisti in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca a fine febbraio.

I due paesi, desiderosi di assicurarsi materie prime a prezzi scontati rispetto alle forniture da altri paesi, sono visti come un attutimento dell’impatto delle sanzioni occidentali su Mosca.

Nuova Delhi non ha condannato pubblicamente Mosca per la sua “azione militare speciale” in Ucraina . Il primo ministro Narendra Modi incontrerà il presidente Putin venerdì a margine di un vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai, un blocco di sicurezza regionale.

Importazioni mensili di petrolio dall’India dalla Russia sono in calo dopo aver raggiunto un record a giugno, poiché Mosca ha ridotto gli sconti offerti per il suo petrolio mentre le raffinerie hanno aumentato le forniture a termine.

“Nel Alla fine non puoi tagliare le forniture saudite a causa delle clausole nei contratti a termine e la Russia è stata in grado di ridurre i suoi sconti a causa dell’elevata domanda soprattutto in Asia”, ha affermato Ehsan Ul Haq, analista di Refinitiv.

Le importazioni complessive di greggio dall’India ad agosto sono scese al minimo su cinque mesi di 4.45 milioni di bpd, in calo del 4,1% rispetto a luglio, a causa della manutenzione di alcune raffinerie, mostrano i dati.

La maggiore assunzione di petrolio del Mar Caspio, principalmente da Kazakistan, Russia e Azerbaigian, ha colpito gli acquisti dell’India dall’Africa e da altri paesi.

La quota del petrolio africano ad agosto si è dimezzata al 4,2% mentre quella dell’America Latina è scesa al 5,3% da circa il 7,7%, secondo i dati.

“La domanda di diesel dell’India è inferiore durante la stagione dei monsoni, il che significa una bassa importazione di petrolio dell’Africa occidentale”, ha affermato Haq.

Ad agosto, gli Emirati Arabi Uniti sono rimasti al numero 4 mentre il Kazakistan ha sostituito il Kuwait diventando il quinto fornitore di petrolio dell’India, seguito dagli Stati Uniti.

L’aumento degli acquisti di petrolio saudita ed emiratino ha aumentato la quota del Medio Oriente in India al 59% ad agosto da 45% a luglio mentre quello dei paesi della CSI è salito a circa un quarto da 20%, i dati mostrati.

Il petrolio russo rappresentava circa 16% per le importazioni complessive dell’India in aprile-agosto, i primi cinque mesi di questo anno fiscale, a 54, bpd rispetto a 20,000 bpd un anno prima, o una quota dello 0,5%, i dati ha mostrato.

Che ha aumentato la quota dei paesi della CSI nelle importazioni di petrolio dell’India di aprile-agosto a circa 20% dal 2,9%, mostravano i dati.

(Segnalazione di Nidhi Verma; Montaggio di Florence Tan e Kim Coghill)

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbe essere stato rielaborato dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed sindacato.)

Caro lettore,


Business Standard si è sempre sforzata di fornire informazioni e commenti aggiornati sugli sviluppi che sono di tuo interesse e hanno implicazioni politiche ed economiche più ampie per il paese e il mondo. Il tuo incoraggiamento e il tuo feedback costante su come migliorare la nostra offerta hanno solo rafforzato la nostra determinazione e il nostro impegno per questi ideali. Anche in questi tempi difficili derivanti dal Covid-19, si continua mantenere l’impegno a tenervi informati e aggiornati con notizie credibili, opinioni autorevoli e commenti incisivi su temi di attualità di attualità.

Tuttavia, abbiamo una richiesta.

Mentre combattiamo l’impatto economico della pandemia, abbiamo ancora più bisogno del tuo supporto, in modo da poter continuare a offrirti contenuti di qualità maggiore. Il nostro modello di abbonamento ha ricevuto una risposta incoraggiante da molti di voi, che si sono iscritti ai nostri contenuti online. Più abbonamenti ai nostri contenuti online possono solo aiutarci a raggiungere l’obiettivo di offrirti contenuti ancora migliori e più pertinenti. Crediamo in un giornalismo libero, giusto e credibile. Il tuo supporto attraverso più abbonamenti può aiutarci a praticare il giornalismo in cui siamo impegnati.

Supporta il giornalismo di qualità e iscriviti a Business Standard.

Editor digitale

2022

Related posts

Leave a Comment